Chi Siamo

Il progetto Buoni Pasto? No Grazie! nasce da una straordinaria unione tra colleghi ristoratori, baristi, pasticceri e panettieri di San Donato Milanese che, per garantire invariata la qualità del prodotto offerto, a causa della eccessiva percentuale applicata dalle società di buoni pasto hanno deciso di non accettarli più come forma di pagamento.

 

Negli ultimi anni le società di buoni pasto hanno continuato ad aumentare le loro commissioni passando dal 7% ad oltre il 20% inserendo, oltre alle commissioni stesse, canoni mensili per i POS, fee per ogni transazione, costi di istruttoria e canoni annuali "di registrazione".

Vista la loro forza, non trattano più con noi sugli aumenti ma semplicemente sulla data in cui sarà applicato.

Inoltre, i termini di pagamento sono slittati nel tempo fino a 60 giorni con la possibilità di accorciarli solamente previo il pagamento di un'ulteriore commissione del 2,5%.


Chi fa il nostro mestiere oggi sa perfettamente che il 20% di costo extra su un pasto pagato con i buoni non è assolutamente sostenibile, non solo non è profittevole ma, a volte, diventa una perdita.

PER TUTTE LE INFORMAZIONI, I LOCALI CHE ADERISCONO E
SOPRATTUTTO PER SCOPRIRE COME AIUTARCI NAVIGA TRA LE PAGINE DI QUESTO SITO

COSA CHIEDIAMO? 

Una convenzione che ci permetta di lavorare senza costi accessori.

COSA POSSIAMO FARE NOI ESERCENTI?

Se tutti i ristoranti e bar di zona si uniscono in questa iniziativa, le società di ticket saranno obbligate ad ascoltarci.

E GLI UTILIZZATORI?

Gli utilizzatori possono dare una mano scrivendo ai propri uffici acquisti e del personale

(CLICCA QUI)

Guarda lo storico servizio di Report (RAI) in cui vengono spiegati tutti i motivi per cui con i buoni pasto ci perdono tutti tranne chi li emette.

N.B.: Anno 2018

Da lì, anche grazie ai ticket elettronici, la situazione è solo peggiorata; la Quì Ticket è fallita senza mai pagarci, hanno introdotto la "fee elettronica" e i noleggi dei POS e di altri servizi telematici.

©2020 di Buoni Pasto? No Grazie!